Elezioni, Brescia (M5s): presto commissione su voto elettronico

Pol-Afe

Roma, 20 nov. (askanews) - "Durante l'audizione in commissione, Il ministro Lamorgese ha aperto alla possibilità di istituire presso il Ministero dell'Interno una commissione di studio per l'introduzione del voto elettronico nel nostro Paese. Si tratta di un'apertura significativa che potrebbe avere un impatto positivo sul voto degli italiani all'estero e di tanti studenti e lavoratori fuorisede, oggi costretti a lunghi viaggi per poter esercitare un diritto. Ogni sistema dovrà rispettare la nostra Costituzione: il voto dovrà restare libero, uguale, personale e segreto". Così Giuseppe Brescia, presidente della commissione Affari Costituzionali della Camera e deputato del MoVimento 5 Stelle, a margine dell'audizione sulle linee programmatiche del Ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese.

"Le esperienze di Belgio ed Estonia - aggiunge - rappresentano dei modelli positivi per una sperimentazione mirata in Italia. Bisogna partire senza pregiudizi, consapevoli per esempio che il sistema di voto all'estero oggi è caratterizzato troppo spesso da brogli e non è esattamente un modello virtuoso. Con questa convinzione, al Senato, grazie ai portavoce Garruti e Dell'Olio, è stato presentato un emendamento alla legge di bilancio per stanziare 1 milione di euro per la sperimentazione".