Elezioni: Brescia (M5S), 'su legge elettorale Pd ha solo perso tempo'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 7 set. (Adnkronos) – “Il segretario del Pd, Enrico Letta, continua ad attaccare il Rosatellum, una legge voluta dal Pd nella scorsa legislatura unicamente per fare fuori il Movimento 5 Stelle. Siamo di fronte a un teatrino ridicolo. In questa legislatura ci sono stati tre anni a disposizione per cambiare la legge elettorale e ridare ai cittadini il potere di scegliere chi mandare in Parlamento. Dov’era il Pd?” Lo afferma Giuseppe Brescia, presidente della commissione Affari costituzionali della Camera e deputato del Movimento 5 Stelle.

“La storia -racconta- è nota. All’inizio del 2020, d’intesa con i partiti dell’allora maggioranza e dopo un confronto con le opposizioni, ho presentato una riforma semplice, di stampo proporzionale con soglia al 5%. Un testo aperto alla discussione su cui il Pd ha voluto accelerare durante la campagna referendaria per la riduzione del numero dei parlamentari. Dopo la vittoria del sì, invece, fu il nulla cosmico. Sui giornali fiumi di dichiarazioni e interviste mentre in commissione nessuno tranne il Movimento 5 Stelle ha posto con insistenza la questione. Quando Letta dice 'Non ci hanno permesso di cambiare la legge elettorale' afferma il falso. Un testo di partenza era stato approvato, la presentazione degli emendamenti avrebbe fatto chiarezza. Il Pd -conclude Brescia- invece ha voluto solo perdere tempo ed è meglio che in questa campagna elettorale Letta taccia su questo tema".