Elezioni Calabria, Callipo: "Se eletto rinuncio a stipendio"

webinfo@adnkronos.com

Non tratterrà per sé "nemmeno una delega" e che coinvolgerà nel governo della Regione "persone che rappresentano l’eccellenza nel settore di cui sono chiamate a occuparsi". Un cambiamento "radicale" iniziato già con la composizione delle liste, che proseguirà con la giunta, in cui "non ci saranno rappresentanti dei partiti". Lo ha detto Pippo Callipo durante un'iniziativa della campagna elettorale dal titolo 'Cento domande per Pippo'.  

"Capisco la sfiducia della gente – ha detto ancora Callipo – ma io sono libero e per me parla la mia storia, sono sempre andato avanti senza chiedere favori a nessuno". Quindi l’annuncio: "Rinuncio fin da ora all’indennità di carica da presidente di Regione, che sarà destinata a un fondo per il sociale".  

Con il segretario del Pd Nicola Zingaretti, che tornerà in Calabria l’8 gennaio, "si è creato – ha aggiunto – un rapporto politico ma anche umano, di amicizia, perché lui ha capito qual è il mio sogno per la Calabria e vuole aiutarmi a realizzarlo".  

Ma a dare "grande forza" a Callipo sono soprattutto "le tante persone che non conosco e che mi stanno dimostrando di avere fiducia in me, perché il sostegno degli amici e degli alleati l'ho sempre percepito".