Elezioni: Calenda-Picierno, ancora un round social sul caso Richetti

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 22 set (Adnkronos) – Ancora un botta e risposta sui social tra Carlo Calenda e Pina Picierno sul caso che vede protagonista il senatore di Azione Matteo Richetti. "Aspettiamo sempre le scuse di @pinapic @pdnetwork e le dimissioni del direttore di @fanpage", inizia al mattino Calenda postando su Twitter una foto con gli articoli dedicati a Lodovica Rogati.

A stretto giro arriva la replica della vice presidente del Parlamento europeo: "Il famoso garantismo secondo Calenda: vale solo per gli amici. Complimenti vivissimi. Italia sul serissimo". Il leader di Azione non ci sta, è risponde sempre su Twitter: "Ma un semplice: scusatemi ho accusato di molestie un ex collega di partito, sulla base di un filmato anonimo, durante una campagna elettorale, passandola come lotta femminista? Filmati anonimi non verificati e strumentalizzazioni fanno molto male alla battaglia contro le molestie".

Controreplica della Picierno: "Carlo, ho reagito a te che ritieni normale dare della squilibrata a una donna presunta vittima di molestie e perché pensi di essere tu a stabilire chi ha ragione o torto, in base ai tuoi rapporti di amicizia. Calmati e lo capirai".