Elezioni: Capozza (Udc-Fi), 'io impresentabile? Lo sono per Morra in quanto ex ala destra M5s' (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – "Vorrei inoltre ricordare – aggiunge la candidata – che sono ancora una volta vittima: fatte le denunce, sono stata allontanata dal mio lavoro e persino indagata per gli stessi fatti che avevo denunciato. Perché la normativa italiana, europea e internazionale a tutela dei cosiddetti “whistleblowers” come me – autori, cioè, di segnalazioni di reati o irregolarità – viene totalmente disapplicata, con il risultato che chi combatte non solo non è protetto ma addirittura si trova sotto attacco, diffamazione e mobbing compresi".

La candidata Udc sollecita: "Quale parità ai nastri di partenza? Quale equa competizione? Quale libertà di decidere? Soprattutto, quale diritto di eleggere ed essere eletti, sancito dalla Costituzione “più bella del mondo”, quando un’accusa infamante si frappone tra un candidato e i cittadini senza il tempo necessario per difendersi con altrettanta, velocissima efficacia sui mezzi di comunicazione che – con poche eccezioni – corrono a copiare e incollare?"

(di Roberta Lanzara)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli