Elezioni, Chiara Ferragni si espone sull'aborto: polemica fra i partiti

Aborto: Chiara Ferragni prende posizione, la politica reagisce. (Photo by Rosdiana Ciaravolo/Getty Images)
Aborto: Chiara Ferragni prende posizione, la politica reagisce. (Photo by Rosdiana Ciaravolo/Getty Images)

Il tema del diritto all'aborto entra in campagna elettorale dopo la netta presa di posizione di Chiara Ferragni su instagram. Nel mirino della popolare influencer, la politica che, nelle Marche, sarebbe stata attuata da Fratelli d'Italia negando di fatto alle donne il diritto di abortire.

"FdI ha reso praticamente impossibile abortire nelle Marche, che governa. Una politica che rischia di diventare nazionale se la destra vince le elezioni", ha scritto Chiara Ferragni sulle Instagram Stories, aggiungendo: "Ora è il nostro tempo di agire e far si che queste cose non accadono". Sullo sfondo, l'immagine di una sala operatoria.

Immediata la replica di Fdi, la cui leader Giorgia Meloni ha deciso di iniziare la propria campagna elettorale proprio da Ancona.

La storia pubblicata da Chiara Ferragni su Instagram
La storia pubblicata da Chiara Ferragni su Instagram

Dalla parte del presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli, si sono schierate Eugenia Roccella, candidata alle prossime elezioni nelle liste di Fratelli d'Italia, e Isabella Rauti, responsabile del dipartimento famiglia del partito di Giorgia Meloni. "Se la stampa e le influencer vogliono occuparsi seriamente dell'aborto nella Regione Marche, dovrebbero informarsi sulla base dei dati", hanno scritto senza mai menzionare Chiara Ferragni. Hanno quindi sottolineato che nelle Marche "le interruzioni volontarie di gravidanza, possono essere effettuate nel 92,9% delle strutture sanitarie mentre la media italiana è del 62%". Fratelli d'Italia parla anche di "0,8 aborti a settimana, non sembra quindi che l'obiezione di coscienza, diritto civile previsto dalla legge 194, sia un ostacolo".

LEGGI ANCHE: Rauti: "Sull'aborto la sinistra segue solo suggestioni da influencer"

Non mancano tuttavia anche interventi a sostegno di Chiara Ferragni. Alessia Morani, deputata Pd di Macerata Feltria, l'ha prontamente invitata nelle Marche. E con l'influencer concordano le femministe di Non una di meno, che hanno manifestato davanti alla Regione il 21 settembre 2021, Giornata Internazionale dell'Aborto sicuro. "E' una situazione che denunciamo da anni, da quando c'era il governo di centrosinistra e che negli ultimi due anni, con il governo di centrodestra, si e' ulteriormente accentuata", dice all'ANSA l'attivista Marte Manca.

LEGGI ANCHE: In Italia c'è un calo degli aborti e un boom della pillola del giorno dopo

"Grazie alle parole di Chiara Ferragni e grazie a tutte quelle donne che non si rassegnano a vedere calpestati i propri diritti di liberta' ed esigono il rispetto della legge 194". Lo afferma il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni.

GUARDA ANCHE: Chiara Ferragni regina delle foto in topless, il significato profondo racchiuso negli scatti