Elezioni: Cirinnà, 'celtiche su miei manifesti, non mi fermerò mai'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 16 set. (Adnkronos) – "Il mio volto, ritratto sui miei manifesti elettorali, ricoperto con croci celtiche, simbolo chiaramente riconducibile al nazifascismo. È successo a Maccarese, proprio davanti ad uno stabile che fino a poco tempo fa era occupato da militanti di estrema destra vicini a Casa Pound e che è stato, finalmente, sgomberato. Lì sorgerà una struttura sanitaria, per volontà della Regione Lazio e del Comune di Fiumicino. Non è la prima volta che i neofascisti di varia natura tentano di intimidirmi: è successo a Gaeta, è successo a Bassano del Grappa, è successo in tanti posti ed era già successo anche a Fiumicino. E non sono certo l'unica ad essere bersaglio di questo genere di 'messaggi'". Lo scrive in un post su Facebook la senatrice Monica Cirinnà, responsabile Diritti del Pd.

"È l'ennesimo segnale -aggiunge- non solo di una campagna elettorale alimentata dall'odio, ma anche di quali siano le spinte e le forze che si sentono libere di agire contro di noi, contro chi difende la Costituzione nata dalla Resistenza e fondata sui valori dell'antifascismo, della democrazia e della libertà. Non mi sono fermata altre volte, non mi fermerò neanche questa volta e non mi fermerò mai".