Elezioni, Conte (M5s): la scuola non può essere un lusso per pochi

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 5 set. (askanews) - "Libri di testo, zaini, diari, cancelleria: quest'anno, complice la crisi che sta mettendo in ginocchio già troppe famiglie, gli esperti hanno stimato una spesa che può sfiorare anche i 1300 euro a figlio. Rincari devastanti, che mettono in seria discussione la fruizione del sacrosanto diritto allo studio. Questa mattina sono andato a parlarne con madri e padri che, con i loro ragazzi, affollano lo storico mercato dei libri usati a Lungotevere Oberdan, nel cuore di Roma. Mi hanno raccontato le loro difficoltà e su un punto ci siamo trovati subito d'accordo: la scuola non può essere un lusso per pochi". Così il presidente di M5s, Giuseppe Conte su Facebook.

"Abbiamo proposte concrete per fronteggiare questa emergenza: abbassare il tetto di spesa dei libri, allargare le fasce di reddito per la gratuità, aumentare la quota digitale gratuita dei testi. Riportiamo l'istruzione al centro del futuro del Paese. Questo anno scolastico deve essere un pieno ritorno alla piena normalità. Noi siamo dalla parte di famiglie e studenti, che hanno già dato in termini di sacrifici e rinunce", aggiunge.