Elezioni, Conte: Trump? Non sono stato fedele neppure a Draghi

featured 1645897
featured 1645897

Roma, 6 set. (askanews) – “Se Trump dice che Conte è una brava persona ovviamente conferma quello che pensano tanti cittadini italiani, se Trump dice che l Italia e gli Stati Uniti hanno collaborato bene durante il mio governo va benissimo, quello che non è accettabile è che quel giornalista poi si avventuri in un insulto diffamatorio e dice che questo sarebbe collegato a una mia presunta fedeltà nei confronti di Trump, io non sono stato fedele neppure a Draghi, io sono fedele ai cittadini italiani”. Lo ha detto il presidente del movimento cinque stelle Giuseppe Conte parlando, in un punto stampa a Milano, dell’articolo del quotidiano La Repubblica, nel quale si dice che l’ex presidente Usa Donald Trump ha fatto un endorsement per Conte perché ne “apprezza la fedeltà”.

“Che nessuno si permetta di diffamare me e il M5s -ha spottolineato Conte -. Quel giornalista e Repubblica si beccano la prima querela della mia vita”.