**Elezioni: Cottarelli, 'mio nome in fronte repubblicano Calenda? Mi fa piacere'**

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Cernobbio (Como), 3 set. (Adnkronos) – "Sentire di essere apprezzati è sempre una cosa buona, lo ringrazio". Così, all'Adnkronos, Carlo Cottarelli commenta le parole di Carlo Calenda che ieri, in occasione dell'apertura della campagna elettorale di Azione-Italia Viva-Calenda, lo ha chiamato in causa per un futuro cantiere che si chiamerà 'fronte repubblicano'.

"Io -afferma Cottarelli- ho lavorato per un anno da un lato con Azione e Più Europa per 'Programma per l'Italia', (il Comitato scientifico composto da Più Europa, Azione, Partito Repubblicano Italiano, Alleanza Liberaldemocratica per l’Italia e Liberali, che Cottarelli ha presieduto, ndr). Dall'altro ho lavorato per il Pd". Ebbene, "io avrei preferito che ci fosse un'alleanza e che si andasse insieme ad elezioni". Anche perché "alla fine, il motivo principale per dare vita a un'alleanza ampia è che con questa legge elettorale bisogna mettersi insieme. Poi però è stata presa una diversa decisione e pazienza".

"E' chiaro -aggiunge- che l'avversario principale di tutta l'area che comprende il Partito democratico, Più Europa, Azione e Italia Viva è la destra sovranista". Per questo "ho sempre auspicato che ci fossero meno litigi all'interno di questa grande area che si presenta in maniera separata a queste elezioni, ma che deve avere come avversario principale la destra sovranista".