Elezioni: Crosetto, 'leader centrodestra non uniti come dovrebbero'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 17 set (Adnkronos) – Berlusconi, Salvini e Meloni "non ho l’impressione che siano uniti come potrebbero essere. So che hanno scritto un programma comune. Conosco la storia dell’Italia. Abbiamo avuto il primo governo che metteva insieme il M5S e la Lega. Abbiamo avuto governi in cui c’erano partiti che si odiavano, si contraddicevano, e però li abbiamo avuti e sono andati bene a tutti. Ora questi, che hanno dei punti di differenza ma sono riusciti a limarli costruendo un programma su cui tutti si riconoscono, dovrebbero fare più paura? Mi sembra una contraddizione”. Lo ha detto Guido Crosetto a Rtl 102.5.

Se il centrodestra dovesse vincere come coalizione ma se non dovesse avere i numeri necessari, dove si prendono questi parlamentari in più? “Secondo me questa opzione non esiste. Il centrodestra ad oggi vincerà perché questa legge elettorale un terzo dei posti li assegna attraverso collegi uninominali dove la divisione degli altri partiti agevola il centrodestra. Questo consentirà di prendere oltre l’80% dei collegi uninominali italiani. Non è un’ipotesi”, ha risposto Crosetto.