Elezioni, Di Maio a Meloni: insulti perché dico la verità

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 27 ago. (askanews) - "Cara Giorgia, ho visto che ancora una volta mi rivolgi degli insulti perché ho osato dire la verità sul programma elettorale della tua coalizione e sulle amicizie internazionali ed europee che avete". Lo dice in un videomessaggio il ministro degli Esteri e leader di Impegno civico, Luigi Di Maio, replicando a Giorgia Meloni.

"Io non ti ho mai attaccato sul personale e non ne ho mai fatto una questione ideologica perché, prima di tutto le tue amicizie fasciste del passato si commentano da sole, ma soprattutto - aggiunge - io sono ancora più preoccupato per il destino economico del Paese per la proposta politica che voi volete portare al governo. Tu puoi passare tutte le giornate a rassicurare il mondo che l'Italia sarà in buone mani, ma non è così e lo sappiamo perché i tuoi alleati, Berlusconi e Salvini, sono amici di Putin. Addirittura Salvini voleva barattare Putin con Mattarella, Berlusconi ha sempre avuto legami con Putin".

"Io - dice ancora Di Mao - continuerò a raccontare la verità, spero di ricevere delle risposte puntuali sui temi, non degli insulti. Il dovere di un rappresentante delle istituzioni che fa il ministro degli Esteri è dire la verità e raccontare la verità in questa campagna elettorale, credo sia l'atto più rivoluzionario che si possa fare".