Elezioni: Di Nicola (Ic), 'l'armistizio dei traditori'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 29 ago (Adnkronos) – “Non ci sto! Non si possono assecondare i giochi sporchi di chi ha tradito i bisogni del Paese. Prima buttano giù il governo invocando lo scioglimento del Parlamento e le elezioni anticipate fregandosene dell'emergenza e della disperazione dei cittadini, adesso chiedono un armistizio pretendendo una riunione immediata del Consiglio dei ministri, provvedimenti urgenti dell'esecutivo e una convocazione delle Camere ai primi di settembre per approvare i provvedimenti necessari”. Lo scrive sulla sua pagina Facebook il presidente dei senatori di Impegno Civico, Primo Di Nicola, candidato al Senato in Lazio e Abruzzo.

“Ecco di che pasta sono fatte le leadership dei partiti, Lega, Fratelli d'Italia, M5S, Forza Italia, che hanno gettato il Paese nel caos nonostante il conflitto in corso in Ucraina e la guerra commerciale all'Europa scatenata da Putin. Insieme a tanti parlamentari ho provato a dire che non potevamo permettercelo, che i cittadini avevano il diritto di essere messi al sicuro, che la voglia di riscuotere consenso con le elezioni anticipate non giustificava il tradimento delle aspettative delle famiglie, dei giovani, dei pensionati, delle imprese ridotte ormai alla sopravvivenza. Inutilmente. E adesso – conclude l’esponente del partito di Luigi Di Maio – vorrebbero metterci una pezza. Vedremo insieme a tanti altri deputati e senatori che fare. Perché le responsabilità del disastro politico-istituzionale siano più chiare agli italiani”.