Elezioni Emilia Romagna, Salvini: "Vinceremo con voti ex Pd e M5S"

webinfo@adnkronos.com

"Vinceremo in Emilia Romagna grazie al voto di tanti ex elettori di sinistra e ad elettori M5S che sono rimasti fedeli al 'mai col Pd'. Da qui al 26 gennaio sarò in almeno 100 piazze". Matteo Salvini si esprime così, a Bologna, in vista delle elezioni regionali in programma il 26 gennaio in Emilia-Romagna. 

"Dispiace che il sindaco della mia città, Milano, sia venuto oggi qui per insultare Lucia Borgonzoni, la ritengo una mancanza di rispetto per un avversario e per una donna. A sinistra perdono l'educazione quando sono preoccupati di perdere. Ma noi non risponderemo agli insulti", dice riferendosi alle dichiarazioni di Beppe Sala, primo cittadino di Milano. 

"Da qui al 26 gennaio sarò in almeno 100 piazze per ascoltare idee e proposte in Emilia e in Romagna. Il mio obiettivo è avvicinare le 200 presenze nelle piazze. Farà freddo, le giornate inizieranno alle 8 della mattina e finiranno a mezzanotte. Il 18 gennaio sarà una giornata di festa: saremo in piazza a Maranello, in decine di migliaia, per parlare dell'Emilia-Romagna che sogna, che corre, che sogna, che inventa, che crea bellezza: l'unico rosso che ci piace è quello della Ferrari, oltre a quello del lambrusco", aggiunge. 

"Il 26 gennaio sarà una data storica, un segnale di cambiamento. Vota il popolo che vuole una regione più vicina, più amica, senza casi Bibbiano. Non vedo l'ora che arrivi il 26 gennaio, sarà anche un segnale a livello nazionale per questo governo. In 4 mesi penso che abbia fatto il peggio possibile. Al posto di Bonaccini mi vergognerei del Pd, stanno tassando anche l'aria che si respira", dice ancora.