Elezioni, FdI attacca Repubblica: foto sessista contro Meloni

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 26 lug. (askanews) - Un "volgare attacco sessista", che offende "non solo Giorgia Meloni ma tutte le donne". Fratelli d'Italia si scaglia contro la prima pagina de La Repubblica, dedicata alla presidente del partito e al suo avvertimento agli alleati sulla premiership: "Il diktat", è il titolo, con la foto di Meloni di profilo durante un comizio, l'indice ammonitore, la bocca aperta e un microfono che in prospettiva appare proprio davanti. Per FdI uno "scatto allusivo", che "supera ogni limite di decenza" e che fa parte del "tentativo di demonizzare" il partito di via della Scrofa.

Il primo comunicato è della deputata Varchi che definisce "stomachevole" la prima pagina di Repubblica: "La foto scelta -sostiene - contiene una chiara e volgare allusione sessista contro Giorgia Meloni, nel vano tentativo di minarne autorevolezza e credibilità". Da lì in poi è un susseguirsi di prese di posizione, tutte da Fratelli d'Italia, tutte che leggono in quello scatto un'allusione di natura sessuale: "Non credo alla buona fede del quotidiano e ci auguriamo che tutti prendano le distanze da questa foto", dice Paola Frassinetti.

Per ora dal quotidiano romano nessuna replica. Così come nessun altro partito prende posizione sulla questione: nè dagli alleati del centrodestra, nè dal centrosinistra cui FdI chiede di condannare la scelta fotografica di Repubblica.

Solo pochi giorni fa, un altro articolo di Repubblica aveva sollevato polemiche, quello sui legami tra FdI e la stessa Meloni con il mondo dell'estrema destra. Anche in quel caso dal partito di via della Scrofa si era gridato alla demonizzazione, per poi lanciare una campagna social con il refrain "non ci faremo intimidire".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli