Elezioni: foto in aula Senato, Casellati sbotta con commessi poi la 'pace', 'apprezzo vostro lavoro'

Elezioni: foto in aula Senato, Casellati sbotta con commessi poi la 'pace', 'apprezzo vostro lavoro'

Roma, 19 giu. (Adnkronos) – Alta tensione e nervosismo alle stelle questa mattina nel'Aula del Senato, che alla fine coinvolge anche il presidente Elisabetta Casellati. Tra le situazioni calde, l'atavica questione dei parlamentari che con gli smartphone scattano foto e riprendono i lavori dell'Assemblea nonostante questo sia vietato. E nel richiamarli, Casellati sbotta con gli assistenti parlamentari perché non segnalano in tempo le trasgressioni: "in quest'Aula non è possibile fotografare, lo dico continuamente, chi sta fotografando? Me lo dovete dire per cortesia -dice rivolgendosi ai commessi- siete qua come pupazzi o volete parlare, per Dio?". Anche il segretario generale, Elisabetta Serafin, cerca di riportare la calma, segnalando un senatore che stava trasmettendo una diretta della seduta con il suo smartphone.

L'incidente viene chiuso rapidamente con un incontro tra la stessa Casellati e tutte le rappresentanze sindacali degli assistenti parlamentari, in cui il presidente del Senato manifesta "l’apprezzamento per la professionalità e l’attività svolta dall’intera categoria e dai dipendenti tutti". "Le rappresentanze sindacali, nel prendere atto e nel riconoscere che le parole usate dal Presidente non volevano avere alcuna valenza offensiva nei loro confronti, hanno espresso un vivo ringraziamento per la rapida e gradita riunione", si legge in una nota del Senato.