Elezioni Francia, Zelensky e Navalny esprimono sostegno per Macron

·2 minuto per la lettura
Il leader francese Emmanuel Macron e la sfidante Marine Le Pen

PARIGI (Reuters) - Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky e Alexei Navalny, oppositore del Cremlino in carcere, hanno entrambi espresso il proprio sostegno al presidente francese Emmanuel Macron, in vista delle elezioni che lo contrappongono alla candidata di estrema destra Marine Le Pen, più filo-russa.

Navalny ha espresso il proprio sostegno a Macron su Twitter, invitando i cittadini francesi a votare per lui nel ballottaggio di domenica, mentre Zelensky, in un'intervista televisiva, ha affermato di non voler influenzare le elezioni francesi ma ha comunque parlato a favore di Macron.

"Un prigioniero politico russo che si rivolge agli elettori francesi è piuttosto ironico... Di certo, senza esitazione, esorto il popolo francese a votare per @EmmanuelMacron il 24 aprile", ha scritto Navalny in un lungo thread su Twitter.

L'oppositore del Cremlino ha aggiunto anche di voler fare un appello a coloro che non escludono di votare per Le Pen. Ha scritto che chiunque si definisce un "conservatore" ed è favorevole al presidente russo Vladimir Putin, è in realtà "solo un ipocrita senza coscienza".

"Le elezioni sono sempre difficili. Ma bisogna andarci per votare almeno contro qualcuno", ha scritto Navalny.

Navalny è stato incarcerato l'anno scorso, quando è tornato in Russia dopo aver ricevuto cure mediche in Germania per avvelenamento.

Zelensky è stato più cauto nell'esprimere sostegno a Macron.

"Sebbene non pensi di avere il diritto di influenzare ciò che accade nel vostro Paese, voglio dire che ho un rapporto con Emmanuel Macron e non vorrei perderlo", ha detto all'emittente televisiva francese Bfm.

Il presidente Ucraino ha aggiunto che Le Pen ha espresso opinioni errate in merito alle questioni tra Russia e Ucraina. "Se Le Pen capisce di aver fatto un errore, il nostro rapporto potrebbe cambiare", ha detto Zelensky.

Le Pen, che prima della guerra ha più volte espresso pubblicamente la propria ammirazione per Putin, ha detto che, se diventasse presidente, bloccherebbe le sanzioni europee su petrolio e gas russo.

(Tradotto da Michela Piersimoni, editing Claudia Cristoferi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli