Elezioni: Grande (Ic), 'Salvini flirta con Putin e poi parla di razionamento energia'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 26 ago. (Adnkronos) – “Salvini dà il meglio di sé quando – e accade spesso – afferma una cosa e ne fa un’altra. Fa cadere il Governo Draghi che si stava battendo in Europa per fissare un tetto comune al prezzo del gas, poi oggi si sveglia ed evoca il rischio di un razionamento di luce e gas. D’altro canto, parliamo dello stesso Salvini che, insieme ai suoi alleati, non ha accettato l’appello di Luigi di Maio a sostenere il presidente Draghi con un mandato esplicito e forte a trattare in Europa sul tetto del gas. Forse, era troppo impegnato a flirtare con Putin e a chiedere di rivedere le sanzioni. Noi lavoriamo per abbassare le bollette agli italiani facendo arrivare meno soldi alle compagnie energetiche russe: a quanto pare lui preferisce fare l’esatto contrario”. Lo dichiara Marta Grande, esponente di Impegno Civico e candidata capolista nel collegio plurinominale Lazio 2-P01.

“Gli slogan o le dichiarazioni di facciata lasciano il tempo che trovano e, soprattutto, non aiutano i nostri cittadini alle prese con difficoltà sempre maggiori e le tante imprese a rischio chiusura. È il momento di essere concreti e responsabili: la propaganda della destra non risolve i problemi del Paese”, conclude.