Elezioni Irlanda, rischio terremoto politico con sorpasso Sinn Fein -2-

Bea/Orm

Roma, 7 feb. (askanews) - Il Sinn Fein probabilmente non ha nelle sue liste un numero sufficiente di candidati per sostenere il prossimo governo, un errore dovuto all'improvviso recente balzo nei sondaggi seguito alle sconfitte nei voti locale ed europeo. E' comunque intenzionato a far parte della prossima coalizione di maggioranza.

Sotto la guida della nuova leader Mary-Lou McDonald, 50enne dublinese che nulla ha a che vedere con la guerra civile in Irlanda del Nord conclusa nel 1998, il partito si è concentrato sulle disuguaglianze create dal boom economico in corso da cinque anni per attrarre gli elettori che fino a oggi hanno guardato il partito con sospetto.

"E' un tipo di elezione diversa. Sono colpita da quante persone dicono apertamente che vogliono cambiare" ha detto McDonald a Reuters. "Penso che sia passata l'idea che dopo un secolo c'è vita e politica oltre il Fine Gael e il Fianna Fail". I manifestini elettorali menzionano nel programma del partito la riunificazione con l'Irlanda del Nord, ma in secondo piano rispetto alle promesse sui costi delle abitazioni e degli affitti, la cura dei figli e i costi assicurativi.(Segue)