Elezioni Lazio, D'Amato candidato Pd: "Io ci sono, su primarie decide coalizione"

(Adnkronos) - "D’Amato è il candidato del Pd e ha la preferenza esplicita di Calenda. Martedì ci sarà la direzione regionale e con la coalizione si deciderà se fare le primarie o meno". Così Bruno Astorre, segretario regionale del Pd, all’iniziativa organizzata da Alessio D’Amato al teatro Brancaccio di Roma.

"Se sono in campo? Io do la mia disponibilità a candidarmi a partire dal mio partito e dall'intera coalizione del centrosinistra - conferma lo stesso D'Amato - che l'ultima volta ha vinto le elezioni regionali".

"Io le primarie le ho chieste in tempi non sospetti, ma questo - frena ora l'assessore alla Sanità della giunta Zingaretti - è un tema sul quale dovranno decidere le forze del perimetro della coalizione. Adesso le forze politiche devono decidere tempi e modi. Io ci sono", ribadisce.

Ma dal Terzo Polo Carlo Calenda pur confermando il sostegno a D'Amato avverte: "Noi non partecipiamo alle primarie, se lo vogliono fare le facciano. D’Amato non è del Terzo Polo, è del Pd. Ma come per Moratti, le persone si valutano dalle cose che fanno e D’Amato e Moratti sono stati ottimi assessori alla Sanità. Spero che D’Amato sia il candidato nel Lazio". Quanto alleanza con Verdi e Si "l'importante - afferma - è che il candidato abbia chiaro che bisogna aiutare Gualtieri a fare il termovalorizzatore. Se i partiti si alleano e la pensano in modo contrario è un problema per loro, innanzitutto".

.