Elezioni Marocco, tonfo del partito di governo, vincono i liberali

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 9 set. (askanews) - Secondo i risultati provvisori delle elezioni in Marocco, il partito islamista, Partito della giustizia e dello sviluppo(PJD), al potere da 10 anni, ha subito una dura sconfitta a vantaggio dei partiti liberali considerati vicini al Palazzo reale.

Il PJD è calato drasticamente, passando da 125 seggi in Parlamento ad appena 12, secondo quanto annunciato dal ministro dell'Interno Abdelouafi Laftit, durante una conferenza stampa. Il principale rivale il Rassemblement national des indépendants (RNI) e il Partito autenticità e modernità, entrambi con tendenze liberali, e il partito di centro destra Istiqlal hanno ottenuto rispettivamente 97, 82 e 78 seggi su un totale di 395 deputati.

RNI, che appartiene alla coalizione di governo, è guidato dall'uomo d'affari Aziz Akhannouch, descritto come persona vicina ai reali. Il re Mohammed VI nominerà il capo del governo del partito che ha vinto il ballottaggio legislativo. I risultati definitivi saranno annunciati oggi. L'affluenza è stata al 50,35%, in salita rispetto al 43% del 2016.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli