Elezioni: Meloni, 'un giorno draghiana e un giorno fascista, etichette fanno sorridere'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 17 set. (Adnkronos) – "Un giorno sono draghiana, il giorno dopo sono fascista. Sono ricostruzioni fantasiose, tutti sanno chi siamo. Semplicemente Fratelli d'Italia e la sottoscritta sono molto diversi da come sono stati raccontati e da come vengono etichettati ogni giorno". Lo ha affermato Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d'Italia, intervistata alla festa nazionale della Confederazione Aepi dal direttore dell'Adnkronos, Gian Marco Chiocci.

"Non ci siamo mai messi a scimmiottare nessuno nè a livello nazionale nè a livello internazionale. Sicuramente -ha aggiunto la leader di Fdi- siamo abbastanza distonici rispetto a tutte le etichette che ci danno. Per cui che si dica che sono draghiana io che sono stata all'opposizione del Governo Draghi fa abbastanza sorridere. Poi se mi si chiede che vorrei eventualmente un passaggio di consegne ordinato, certo che vorrei un passaggio di consegne ordinato, ma questo è un altro tema".