Elezioni midterm 2022, Biden: "Non c'è stata ondata repubblicana"

(Adnkronos) - "La gigantesca ondata rossa non c’è stata". Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, si esprime così in relazione ai risultati delle elezioni di midterm 2022. La netta affermazione dei repubblicani, dice Biden, non c’è stata. "Abbiamo avuto un’elezione ieri, è stata una giornata positiva per la democrazia e per l’America. Il popolo americano ha parlato e ha dimostrato ancora una volta che noi siamo una democrazia. Non conosciamo ancora tutti i risultati ma sappiamo che la gigantesca ondata rossa, prevista dalla stampa e dagli esperti, non c’è stata", dice il presidente. Biden ha quindi sottolineato che "non ci sono state interferenze" nel voto. Il presidente ha poi riconosciuto che ogni seggio perso è "doloroso", ma ha fatto notare che il suo partito "ha perso meno seggi alla Camera dei Rappresentanti che con qualsiasi altro presidente democratico in un'elezione di metà mandato negli ultimi 40 anni".

E poi: "Gli elettori hanno detto chiaramente che sono ancora frustrati. Lo capisco. Capisco che sono stati anni davvero difficili per molte persone in questo Paese".

"Indipendentemente da quello che sarà il risultato finale - continua Biden -, sono pronto a lavorare con i miei colleghi repubblicani e il popolo americano ha detto chiaramente che si aspetta che anche i repubblicani siano pronti a lavorare con me". Il presidente Usa ha quindi aggiunto di essere "aperto a ogni buona idea".

Biden ha detto di sperare che continui la cooperazione trasversale per fornire aiuti all'Ucraina: "Nel campo della politica estera, spero che continueremo ad avere un approccio bipartisan per affrontare l'aggressione della Russia in Ucraina". Il presidente ha anche indicato quello che non vuole che accada: "Non sosterrò nessuna proposta repubblicana che faccia peggiorare l'inflazione e non abbandonerò gli impegni storici che abbiamo appena preso per affrontare la crisi climatica".

"Non è mai stata una buona scommessa scommettere contro l'America. Non c'è niente, niente al di là delle nostre capacità se lavoriamo insieme. Dobbiamo solo ricordare chi siamo. Siamo - ha scandito - gli Stati Uniti d'America".

"Trovo interessante che abbiano aspettato fino a dopo le elezioni per fare quella valutazione", ha poi risposto così in conferenza stampa alla domanda sull'annuncio del ritiro russo da Kherson. "Mi è stato detto che Vladimir Putin probabilmente non sarà al G20" di Bali del 15 e 16 novembre prossimi, ha aggiunto, precisando che al vertice, al quale "ci saranno altri leader, ci sarà possibilità di discutere dei prossimi passi necessari alla pace" in Ucraina.

"La nostra intenzione è di correre di nuovo, questa era la nostra intenzione, indipendentemente da quello che era l'esito delle elezioni", le parole di Biden, in un riferimento alla moglie Jill, rispondendo alla domanda se abbia intenzione di candidarsi. E sui tempi dell'annuncio, ha anticipato che la decisione, che "alla fine è una decisione di famiglia", la prenderà "all'inizio del prossimo anno", ma "non avverto alcuna fretta, né in un senso, né nell'altro". "La mia intenzione è di farlo", ha comunque insistito.

Se Donald Trump dovesse ricandidarsi alle elezioni del 2024, ha poi risposto a una domanda su una possibile ricandidatura del tycoon, "faremo in modo che non diventi di nuovo il prossimo presidente", in base a quanto previsto "dalla nostra Costituzione".

"Sarà divertente vederli sfidarsi a vicenda", ha aggiunto replicando ai giornalisti su chi sarebbe il candidato più duro tra Trump e il governatore della Florida Ron DeSantis, che potrebbero correre alle primarie repubblicane per la Casa Bianca per il voto del 2024.

"Quando ci incontreremo, voglio indicare quali sono le nostre linee rosse, La dottrina su Taiwan non è cambiata affatto, fin dall'inizio", ha poi continuato parlando del rapporto con il presidente cinese Xi Jiping e della posizione su Taiwan e ribadendo di "non cercare il conflitto" con la Cina.

"Penso che la cooperazione e i rapporti tecnici di Elon Musk con altri Paesi meritino di essere esaminati, a prescindere dal fatto che stia facendo o meno qualcosa di inappropriato. Non sto suggerendo questo. Sto suggerendo che vale la pena di esaminarli", la replica di Biden alla domanda se ritenga i rapporti del nuovo proprietario di Twitter con alcuni Paesi stranieri come l'Arabia Saudita una minaccia alla sicurezza. "Ma questo è tutto ciò che dirò". Come esaminarli? "Ci sono molti modi".