**Elezioni: Pd, 'grave decisione Agcom di sanzionare 'Il cavallo e la torre''**

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 22 set (Adnkronos) – "La decisione di Agcom di sanzionare la trasmissione RAI "Il cavallo e la torre" è grave e incomprensibile nei modi e nei tempi, colpisce la libertà di espressione e completa una gestione profondamente insoddisfacente della materia da parte del Consiglio Agcom alla prima prova importante nazionale di applicazione della Legge 28/2000 da parte del nuovo Consiglio". E' quanto si legge in una nota del Partito democratico.

"Agcom ha emanato, a maggioranza, una sanzione su una singola trasmissione in ragione delle opinioni liberamente espresse e chiaramente attribuibili ad un ospite su una trasmissione di RaiTre, quando poteva essere sufficiente la misura rimediale del messaggio di avvenuta violazione. Al tempo stesso Agcom non è ancora intervenuta su palesi e gravi casi di informazione parziale, scorretta e non veritiera in alcuni telegiornali dell’emittenza privata contro il Partito Democratico e il Segretario Letta", prosegue il Pd.

"Ancora, di fronte a plurime violazioni nei tempi di parola in favore della destra, settimana dopo settimana, prendiamo atto che Agcom si limita a reiterare ordini di riequilibrio, evidentemente non rispettati ,anziché procedere a sanzioni. Il Partito Democratico si riserva ogni azione utile per la valutazione complessiva della possibile disparità di trattamento, in questa competizione elettorale, e proporrà al nuovo parlamento una riforma della L. 28/2000 e del ruolo di Agcom, a partire dai meccanismi di nomina", conclude.