Elezioni politiche, Crisanti: "Salvini? Errori di valutazione anche su Putin"

(Adnkronos) - "Errori di valutazione non sono stati fatti solo sul Covid, basta pensare alla posizione politica di Salvini su Putin, oggi saremmo dalla parte di Putin. Io voglio far riflettere gli italiani su quello che questa persona dice, che non si può cancellare con un colpo di spugna. Penso che gli italiani dovrebbero preoccuparsi per il futuro, non tanto per il passato". Così il microbiologo e candidato Pd Andrea Crisanti, ospite di Sky Tg24, tornando sulla polemica con il leader della Lega, Matteo Salvini.

"Non mi aspettavo tanto clamore - afferma Crisanti, riferendosi a quanto successo dopo l'annuncio della sua candidatura -, ma quello che non posso accettare è che si mettano in discussione il mio rigore e la mia integrità, su questo non posso fare sconti, specialmente da parte di persone che hanno sbagliato tutti i loro giudizi. Su questo gli italiani devono riflettere, perché gli errori fatti sono la garanzia degli errori che faranno", ribadisce.

Sul fronte Covid in Italia, "siamo fortunatamente in una situazione in cui misure drastiche mi auguro non debbano più essere prese, non credo che ci sia questo pericolo. In futuro ci aspettano altre sfide, come quella di migliorare i vaccini e renderli accessibili a Paesi con scarse risorse", dice Crisanti facendo il punto sulla pandemia e su quello che ci aspetta in autunno.

"La dinamica della trasmissione è in diminuzione - spiega - si sono già infettate decine di milioni di persone. Se non emergono altre varianti, rimarremo in questa situazione di equilibrio per parecchio tempo: siamo moderatamente tranquilli", chiosa, precisando che "la pandemia non è finita, ma i vaccini hanno cambiato la prospettiva e la qualità della nostra vita: se avessimo dato retta ai no-vax, non saremmo in questa situazione".