Elezioni: Provenzano, 'pronostici si possono ribaltare, il volley insegna'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 12 set. (Adnkronos) – "La splendida vittoria dell’Italia della pallavolo ieri ci racconta una cosa: che i pronostici, tutti i pronostici, si possono ribaltare e che anche le partite più difficili, magari fuori casa, si possono vincere”. Così il vicesegretario del Partito democratico Peppe Provenzano, intervistato da Radio Immagina, la web radio del Pd.

“Allora noi del Pd siamo tutti in campo, molto determinati, per queste ultime due settimane di campagna elettorale. Ho macinato migliaia di chilometri, dalla Sicilia dove sono candidato alla Camera e dove ci sarà un doppio impegno perché il 25 settembre si voterà anche per la presidenza della Regione al resto d’Italia, perché sono convinto che gli indecisi, gli incerti, coloro che si sentono rassegnati possono essere convinti ad andare a votare per il Pd e per l’alleanza democratica e progressista".

"Per far questo, rilanciamo giorno dopo giorno le nostre proposte contro la crisi che divora persone, famiglie e imprese. Una mensilità in più a lavoratori e pensionati per far fronte al caro vita, aumento dei salari in Italia fermi dal 1990, salario minimo e contratti per restituire diritti: quello a una paga oraria giusta, quelli relativi alle ferie, ai permessi per malattia. Lotta alla precarietà e al lavoro povero che coinvolge 5 milioni di persone in questo Paese. E contrasto alle proposte della destra, a cominciare dal contrasto alla flat tax che – ha spiegato Provenzano – oltre a essere un regalo ai ricchi, colpirebbe i più poveri due volte. Flat tax significa far saltare sanità pubblica, scuola pubblica, servizi essenziali. Risultato? Far esplodere le disuguaglianze”.