Elezioni, quali nomi potremo non vedere più in Parlamento

Elezioni parlamento
Elezioni parlamento

Le elezioni del 25 settembre sono dietro l’angolo e molte cose potrebbero cambiare con la prossima chiamata alle urne degli italiani. I numeri si ridurranno e saranno diversi i Parlamentari che, per un motivo o per l’altro potremmo non vedere più in Parlamento. Tra questi ci sono nomi eccellenti come Pierluigi Bersani che – riporta il Corriere della Sera – potrebbe salutare la ultraquarantennale carriera istituzionale, iniziata nel lontano 1980. La lista potrebbe essere lunga.

Elezioni del parlamento, chi potrebbe non essere più eletto

Iniziamo dal principio. Molti deputati infatti rischiano di scomparire da camera e senato per via del limite raggiunto di eleggibilità – ricorda ancora il Corriere. Nel Movimento 5 Stelle, come ha anche rimarcato Beppe Grillo nelle scorse ore, è di due. A Forza Italia non si può essere eletti per più di quattro mandati, mentre il limite per il PD è fissato a tre (a meno di deroghe).

Proprio a Forza Italia va prestata a molta attenzione perchè tra gli addii dell’ultima ora come quelli dei ministri Brunetta e Carfagna e i tanti volti storici che hanno avuto nel corso di questi anni delle deroghe, il volto del gruppo guidato da Forza Italia è pronto a importanti cambiamenti. Tra i nomi celebri citiamo Stefania Prestigiacomo che di mandati ne ha fatti sette, mentre sono sei per l’ex presidente del Senato Schifani.

I nomi di PD e Cinque Stelle a rischio

Fari puntati anche sul PD dove tra i big che potrebbero rischiare sono presenti Piero Fassino e Barbara Pollastrini (sei legislature) e Luigi Zanda e Roberta Pinotti (cinque mandati). Sono invece a quota tre Marianna Madia e Francesco Verducci.

La situazione più scottante potrebbe essere però quella del Movimento 5 Stelle. A fronte di un numero significativo di “esodati” dopo la scissione tra Di Maio e il partito, sono diversi i militanti del movimento che hanno già raggiunto i due mandati. Tra questi il presidente della Camera Fico, l’ex ministro della Giustizia Bonafede, l’ex capo politico Vito Crimi o ancora Danilo Toninelli.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli