Elezioni, in R. Campania risoluzione anticipo a inizio settembre

Aff

Napoli, 15 giu. (askanews) - Il Consiglio regionale della Campania, presieduto da Rosa D'Amelio, ha approvato a maggioranza una risoluzione nella quale si chiede al Governo di votare per le elezioni regionali nella prima domenica di settembre. La proposta è stata presentata dal capogruppo del Pd, Mario Casillo, il quale ha sottolineato che è importante che si garantisca al mondo della scuola e alle famiglie di svolgere "l'anno scolastico senza interruzioni".

Per il vicepresidente della tegione Campania, Fulvio Bonavitacola, "a Roma è stato fatto un accordicchio per mercanteggiare sulla salute e sull'apertura dell'anno scolastico perché qualcuno si illude di recuperare il nulla in qualche ora in più. Bonavitacola ricorda che: "la competenza per fissare la data delle elezioni è regionale. Avevamo previsto uno svolgimento ordinato e rispettoso delle norme anticovid per votare alla fine di luglio e riaprire le scuole dal 1° settembre, poi in Parlamento, con un emendamento, hanno aperto una finestra elettorale dalla metà di settembre. Una vera follia che non tiene conto nemmeno delle indicazioni del Comitato tecnico-scientifico e di fronte al quale il comportamento del Ministro della Pubblica Istruzione è censurabile".

"Si tratta di un'iniziativa pretestuosa che è portata avanti da De Luca per 'capitalizzare' la campagna elettorale che ha svolto durante l'emergenza covid" - ha sottolineato la capogruppo del M5S Valeria Ciarambino. "Invito il capogruppo del Pd a ritirare la sua proposta anche perché la gente aspetta altro da questo Consiglio e dalla politica perché, alla fine del mese di giugno, arriverà la vera pandemia, i licenziamenti, i fallimenti, la povertà" - ha detto il consigliere di FdI Luciano Passariello.