Elezioni: Rampelli, 'Letta che parla di rischio democrazia è senza vergogna'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 6 set. (Adnkronos) – "Letta parla di pericolo per la democrazia, sono veramente senza vergogna. Noi non puntiamo alla gestione della cosa pubblica per nostro tornaconto ma a risollevare l’Italia dal declino e per farlo sarà necessario liberarla dall’arroganza che vi ostinate a mettere in mostra, una vera e propria tirannide". Lo afferma Fabio Rampelli, deputato di Fratelli d'Italia e vicepresidente della Camera.

"Hanno governato per 11 anni -afferma- senza mai aver vinto le elezioni. Non sono il Pd ma il Pdp, Partito del potere a ogni costo, anche a dispetto della democrazia. Si sono scippati Palazzo Chigi l'un l'altro, alternando dal 2011 governi tecnici teleguidati da loro e governi politici capitanati dai loro segretari di partito. Sono stati brutali, tanto da costringere gli italiani e i media a sedute psichiatriche collettive sulle loro riunioni fiume; hanno cambiato segretari come calzini e capi di governo come slip, litigano tra come galli nel pollaio. Volevano fare il ‘campo largo’ e hanno varato tre campetti di padel con l’unico scopo di racimolare più voti per brigare nella legislatura. Hai visto mai si riuscisse a tornare al potere di nuovo dopo una sconfitta. Hanno ridotto l'Italia a una succursale della finanza speculativa, fondato, occupato e fatto fallire banche poi salvate con i soldi dei cittadini. Non sono stati capaci di regolarizzare l’immigrazione gettando gente disperata nelle braccia della criminalità, dell’illegalità e del lavoro nero, polverizzando una secolare tradizione italiana di emigranti laboriosi e rispettosi delle nazioni che li ospitavano".