Elezioni: Rossomando (Pd), 'da Salvini su auto conservatorismo inutile e dannoso'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 21 set. (Adnkronos) – "Nel giorno in cui l’amministratore delegato di Stellantis Tavares, incontrando le istituzioni torinesi e i sindacati, annuncia di voler fare di Mirafori l'hub europeo del gruppo per l'elettrico e il riciclo, Salvini viene a Torino per scagliarsi contro l’auto elettrica, proponendo un referendum contro lo stop stabilito a livello europeo alla vendita di auto alimentate a benzina e diesel dal 2035, tra 13 anni". Così la vicepresidente del Senato e responsabile Giustizia e diritti del Pd, Anna Rossomando.

"È una destra vecchia, che non sa cogliere le opportunità del futuro, che non riesce a capire che la competizione con mercati come la Cina, per dirla con Salvini, si fa con l’innovazione e non sulla conservazione. È una destra che non riesce a fare 1+1 tra innovazione tecnologica, conversione ecologica e cambiamenti climatici. I temi che vogliamo affrontare sono quelli della garanzia dei posti di lavoro e delle nuove assunzioni, delle norme sulle delocalizzazioni che il ministro Orlando ha lavorato per rafforzare e che invece la destra ha ostacolato e su cui, non a caso, non dice una parola".

"Dunque anche sulle politiche industriali, come sui diritti, in particolare quelli delle donne, sul lavoro e sull’emergenza climatica, la sfida di domenica è tra una visione progressista e innovativa e un conservatorismo inconcludente e dannoso”.