Elezioni, Salvini in diretta social dall’hotspot di Lampedusa

featured 1643578
featured 1643578

Roma, 31 ago. (askanews) – “Siamo arrivati senza avvisare nessuno a Lampedusa, perché l’altra volta avevamo avvertito e avevano svuotato tutto. Questa è la situazione normale, in cui vivono i cittadini, poliziotti, finanzieri. Adesso documenteremo da soli, senza televisioni, quello che c’è, questo è uno scempio, non è accoglienza, questo è caos, è traffico di esseri umani, questo è sfruttamento, questo è business da miliardi di euro. Bambini buttati per terra, con 40 gradi. Il centro potrebbe ospitare 350 persone, sono più di 1.300, quattro volte tanto”: lo ha affermato il segretario della Lega Matteo Salvini, che ha visitato a sorpresa l’hotspot di Lampedusa, mostrando in diretta su Facebook l’interno del campo, i volti degli ospiti compresi i bambini, le strutture e i bagni.

Poi ha iniziato a girare il campo, accompagnato da alcuni uomini della Guardia di Finanza e ha affermato: “Ditemi voi se è accoglienza, se è integrazione, se è normale, 300 ospiti e sono 1.300 ammassati ovunque. Siamo in tempi di Covid, teoricamente, di limitazioni, di controlli, di restrizioni.

(IMMAGINI FACEBOOK SALVINI)