Elezioni: Serracchiani (Pd), 'sulle sanzioni Salvini segue la linea del regime russo'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 4 set (Adnkronos) – "Sentendo Salvini che ogni giorno contesta le sanzioni alla Russia per l’invasione dell’Ucraina viene alla mente l’auspicio espresso da uno degli uomini più vicini a Putin, Dmitrij Suslov, per la vittoria della destra perché così l’Italia diventerebbe laboratorio in Europa per un cambiamento di linea sulla guerra". Lo dice Debora Serracchiani, capogruppo Pd alla Camera.

"Noi non consentiremo a Salvini, Meloni e Berlusconi di venire meno all’impegno “di non voltarci dall’altra parte” che ci siamo assunti dopo il 24 febbraio con il popolo ucraino e di dare l’idea che l’Italia possa diventare un vassallo del regime russo. Non permetteremo di tradire la nostra storia e la nostra stessa identità portando l’Italia fuori e lontano dall’Europa e dall’alleanza euroatlantica. Gli amici di Putin se ne facciano una ragione", aggiunge Serracchiani.