Elezioni, Strada(Lce): da Milano si alzi voce movimento riformista

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 3 ago. (askanews) - "Proprio perché sappiamo bene cosa significa essere governati dal sovranismo di destra lombardo, da Milano, città avanzata e progressista, si deve alzare la nostra voce per chiedere un grande movimento riformista, ambientalista, europeista, atlantista e pronto a fare le riforme che occorrono al paese" ispirate all'Agenda Draghi. È l'appello di Elisabetta Strada e Valter Andreazza, consigliere regionale presidente di Lombardi Civici Europeisti, l'ex lista Gori al Pirellone.

"Per organizzarsi, una realtà simile ha bisogno di partire dal basso, ha bisogno di essere espressione della società civile, del civismo politico in cui sempre più italiani si riconoscono. Non può nascere e crescere solo nelle sedi di partito del centro di Roma. Deve nascere radicato nel territorio, pronto a contendere alla destra che si sta costruendo ogni collegio. Serve un movimento di persone, non di sigle. Di popolo e non di palazzo, con il coraggio di rimettere le persone ed il pubblico interesse al centro dei processi politici" hanno aggiunto in una nota.

Il Movimento Lombardi Civici Europeisti rivendica di stare "da tempo" tessendo una "rete territoriale, unica nel suo genere, di sindaci, amministratori locali di maggioranza ed opposizione, associazioni e movimenti del terzo settore, stakeholders e semplici cittadini" che ha attivato "relazioni con gli altri mondi civici/civici presenti in Lombardia".

Partendo da Milano, "dove più di ogni altra parte del paese si è alzato il grido di dolore per la fine di un governo autenticamente riformista", "noi siamo pronti a scendere in campo, a lottare in nome di un programma che si ispiri all'agenda Draghi per il futuro della Lombardia, dell'Italia e dell'Europa" hanno concluso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli