Elezioni: Turco (M5S), 'per Meloni taglio fondi Sud per evitare scostamento'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 6 set. (Adnkronos) – "Dall'ultimo appuntamento di Cernobbio apprendiamo che la leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, ha intenzione di tagliare i fondi al Sud per reperire risorse da destinare al contrasto dei rincari dell'energia. Nel ribadire il concetto draghiano del no a uno scostamento di bilancio, la Meloni ha testualmente detto che sarebbe preferibile attingere le risorse dai fondi per la programmazione europea. Peccato che questi fondi, per l'Italia 75 miliardi fino al 2027, comprensivi del cofinanziamento italiano, siano per 48 miliardi destinati al Mezzogiorno e al contrasto dei divari territoriali e sociali. Quindi la leader di Fratelli d'Italia vorrebbe contrastare una crisi aprendone subito un'altra". Lo dichiara in una nota il senatore Mario Turco, vicepresidente del M5S.

"Tra l'altro – incalza l'esponente pentastellato – l'ostinato rifiuto di uno scostamento di bilancio dimostra, su un tema così importante, un totale allineamento alla posizione del premier Draghi, a cui la Meloni stessa dice di aver fatto sempre opposizione, evidentemente non nei fatti. Il M5S, invece, da dicembre 2021 sta chiedendo uno scostamento di bilancio per trovare risorse vere e all'altezza delle urgenze in cui oggi versano famiglie e imprese, perché l'inflazione energetica era visibile anche prima della guerra, che poi l'ha acuita. Si tratta di stanziare risorse per proteggere il tessuto sociale, economico e sostenere investimenti oggi fondamentali. Non investire oggi in protezione sociale e in transizione ecologica significa moltiplicare debiti e costi sociali in futuro".