Elezioni Usa, parla l'eletto Joe Biden: "Il popolo di questa Nazione ha parlato"

·3 minuto per la lettura
Primo discorso di Biden presidente: “È venuta l’ora di guarire gli Stati Uniti”
Primo discorso di Biden presidente: “È venuta l’ora di guarire gli Stati Uniti”

A ben cinque giorni dalle elezioni Joe Biden ha potuto finalmente tenere il suo primo discorso da presidente eletto a Wilmington, nello stato del Delaware, anche se l’ufficialità della nomina arriverà soltanto il prossimo 14 dicembre tramite il collegio dei grandi elettori. L’ex vice di Barack Obama ha imperniato il suo discorso sul concetto di guarigione di un’America ormai stanca e malata, promettendo di svolgere il suo mandato come presidente di tutti i cittadini statunitensi, senza distinzione di colore politico.

Usa, il primo discorso di Joe Biden

Intervenendo al Chase Center di Wilmington, Biden ha voluto sottolineare la grande partecipazione dell’elettorato americano a queste elezioni, sia come voti espressi al candidato vincitore che come affluenza alle urne, la più alta dal 1908: “Il popolo di questa Nazione ha parlato, ci ha consegnato una vittoria chiara, una vittoria convincente. Abbiamo vinto con il maggior numero di voti mai espressi nella storia del Paese: settantaquattro milioni.

Il presidente eletto ha poi aggiunto: “Quello che devo ammettere, e che mi ha sorpreso, è che stasera stiamo vedendo in tutta la Nazione, in tutte le città e tutte le parti del Paese, anzi in tutto il mondo, uno sfogo di gioia, di speranza, una rinnovata fede nel domani, che sarà un giorno migliore. E sono onorato dalla fiducia e che avete riposto in me”.

Particolare enfasi è stata inoltre data al al concetto di unità nazionale, contrapposta alle spaccature del tessuto sociale del paese accentuatesi durante l’amministrazione di Donald Trump: “Mi impegno ad essere un presidente che non cerca di dividere ma unificare, che non vede gli stati rossi e gli stati blu, ma solo gli Stati Uniti. […] Voglio restaurare l’anima dell’America, per ricostruire la spina dorsale di questa nazione, la classe media, e per rendere di nuovo l’America rispettata in tutto il mondo. È venuto il momento di guarire gli Stati Uniti”.

L’intervento di Kamala Harris

Subito dopo Biden è arrivato il momento della sua vicepresidente Kamala Harris, che per prima cosa ha voluto ringraziare il suo compagno di ticket per aver avuto il coraggio di scegliere una donna come candidata alla seconda più alta carica dello Stato. Sul palco la Harris ha poi reso omaggio a: “Tutte le donne che hanno lavorato per assicurare e proteggere il diritto di voto per un secolo, 100 anni fa con il 19esimo emendamento, 55 anni fa con il Voting Rights Act ed ora nel 2020 con una nuova generazione di donne nel nostro Paese che ha votato e continua la lotta per il fondamentale diritto di votare e di essere ascoltate”.

Il suo discorso è poi proseguito affermando che non sarà la prima ma non l’ultima donna vicepresidente ed esprimendo un augurio per il futuro: “Ora inizia il nostro lavoro, duro, necessario, per sconfiggere la pandemia, risollevare la nostra economia, sradicare il razzismo, riportare un sistema di uguaglianza, guarire l’anima della nostra nazione. La strada non è facile, ma l’America è pronta e lo siamo anche Joe e io.