Elezioni Usa, Trump-Biden: duello all'ultimo voto

webinfo@adnkronos.com
·3 minuto per la lettura

Donald Trump o Joe Biden. Si chiudono i seggi e si contano i voti nelle elezioni presidenziali caratterizzate dall'affluenza record del 67%, la più alta in 100 anni. Il quadro è ancora fluido, con il voto postale da scrutinare probabilmente nell'arco non di ore ma di giorni.

E' un duello all'ultimo voto. Secondo la Cnn, Joe Biden ha 220 voti elettorali, Donald Trump ne ha 213. La Cnn ancora non ha attribuito i voti di Arizona, dove è in vantaggio Biden, e Georgia, dove è in vantaggio Trump. Tutto dipenderà dai risultati degli stati, che sono stati cruciali anche nel 2016, di Pennsylvania, Michigan e Wisconsin. Al momento Trump è in testa in questi tre stati, ma i democratici insistono che bisogna aspettare di contare tutti i voti per posta.

Trump: "Stanno cercando di rubarci le elezioni, è in atto una frode, andremo alla Corte Suprema"

Biden: "Crediamo di poter vincere"

Secondo le proiezioni di Fox News, il presidente uscente ha conquistato la Florida e i suoi 29 voti elettorali con il 51,3% dei voti, contro il 47,8% di Joe Biden.

A Trump vanno anche il Texas e i suoi 38 voti elettorali. Fox News assegna al presidente il 52% dei voti, contro il 46,6% a Joe Biden.

Secondo le proiezioni della Cnn, anche l'Ohio, stato senza il quale nessun repubblicano è mai arrivato alla Casa Bianca, va a Donald Trump, che incassa altri 18 voti elettorali.

Fox News dà la vittoria di Biden in Arizona, che conta 11 voti elettorali. La vittoria sarebbe significativa perché Trump aveva vinto nello stato quattro anni fa in uno stato considerato per decenni una roccaforte repubblicana. I consiglieri di Trump sono furiosi con Fox News per aver dato l'Arizona a Joe Biden, ancora prima degli altri media americani. "Le parole non possono descrivere la rabbia" ha detto uno dei consiglieri del presidente, secondo quanto scrive su Twitter il giornalista Jim Acosta.

In Georgia è in vantaggio Trump. Wisconsin, Pennsylvania e Michigan, i tre stati chiave che anche quest'anno sembrano destinati a decidere chi sarà il vincitore delle presidenziali Usa, non annunceranno questa notte i risultati definitivi. Lo riporta la corrispondente del Guardian che cita funzionari elettorali dei tre stati, con quelli del Michigan in particolare che dicono che bisognerà aspettare fino a venerdì.

"Andate tutti a dormire, abbiamo avuto un Election Day senza problemi e ora i vostri funzionari elettorali stanno lavorando per contare i voti". E' quanto ha detto l'attornety general della Pennsylvania, il democratico Josh Shapiro, su Twitter. "L'abbiamo detto per mesi - ha aggiunto - queste elezioni saranno finite solo quando saranno contati tutti i voti. Rimaniamo calmi".

Trump ha aperto la serata vincendo in Indiana e ha prevalso in West Virginia, Kentucky, Oklahoma, Mississippi, Tennessee, Alabama, Louisiana, Missouri, Utah, Arkansas, Nebraska, North e South Dakota, Kansas, Wyoming. Vittoria di Trump anche in Idaho, Utah e Iowa, secondo le proiezioni di Fox News, e Montana.

Biden vince in Virginia e Vermont, così come in Massachussets, Maryland, Delaware, Distretto di Columbia. Il candidato dem si assicura anche New York, Connecticut, New Hampshire, Rhode Island, Illinois, Colorado e New Jersey. E poi California, stato di Washington, Oregon, Hawaii, Minnesota e Rhode Island.

Elezioni Usa, Casa Bianca: "Ci aspettiamo ritardi nei risultati"