Elezioni Usa, Trump e Biden i candidati più anziani della storia/Speciale elezioni

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Solo una cosa condividono il presidente Donald Trump e il rivale democratico Joe Biden: sono i candidati presidenziali più anziani nella storia degli Stati Uniti. E, qualora Biden vincesse le elezioni del 3 novembre, diventerebbe il presidente più anziano di sempre a prestare giuramento. Compiendo gli anni il 20 novembre, esattamente due mesi prima della cerimonia di inaugurazione del 20 gennaio, Biden entrerebbe in carica a 78 anni, otto in più rispetto al record fissato dall’attuale presidente nel 2017.

Prima di Trump, a detenere il particolare primato era Ronald Reagan, che aveva quasi 70 anni quando prestò giuramento nel 1981. Prima ancora, bisogna tornare indietro di oltre 140 anni al presidente William Henry Harrison. Aveva 67 anni quando fu eletto nel 1840, ma divenne il presidente dal mandato più breve di sempre quando morì di infezione polmonare nel suo 32imo giorno in carica.

Per quanto riguarda i candidati presidenziali più anziani, sono stati spodestati i repubblicani Bob Dole e John McCain, che avevano poco più di 70 anni quando intrapresero le rispettive campagne elettorali. Avendo compiuto 79 anni a settembre, però, sarebbe stato il senatore Bernie Sanders a battere tutti questi record, se avesse vinto le primarie democratiche e fosse successivamente diventato presidente.