Elezioni Usa 2020, Trump non concede vittoria a Biden

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Donald Trump non avrebbe intenzione di concedere la vittoria a Joe Biden. Lo rivela la Cnn, citando alcune fonti. In conversazioni con alleati negli ultimi giorni, Trump ha rivelato che non ha intenzione di concedere la vittoria, anche se la possibilità di un secondo mandato alla Casa Bianca fosse messa in forse, come sta accadendo ora, dal vantaggio dell'avversario nella conta in atto in stati chiave come la Georgia e la Pennsylvania.

Consiglieri, fra cui il capo dello staff della Casa Bianca Mark Meadows, non hanno fino a ora cercato di portare Trump ad accettare gli sviluppi in corso per alimentare invece la narrativa delle elezioni rubate.

Cresce fra gli alleati la preoccupazione su chi dovrà essere a riportare Trump alla realtà e allo scenario nel quale il suo periodo da presidente sta volgendo alla fine. Sempre secondo quanto rende conto Cnn citando fonti vicine al Presidente, potrebbero essere Jared Kushner, o la figlia Ivanka, a parlare a Trump.

Al momento, secondo il conteggio della Cnn, Biden può contare su 253 grandi elettori ed il repubblicano su 213. Il democratico, per vincere, deve conquistare due Stati tra Arizona (11), Nevada (6), North Carolina (15) e Georgia (16) oppure la Pennsylvania (20). Trump, invece, deve conquistare tre Stati tra Arizona, Nevada, North Carolina e Georgia più la Pennsylvania. Una curiosità infine: se il presidente vincesse in Arizona, Nevada, North Carolina e Pennsylvania nessuno dei due candidati arriverebbe a 270 grandi elettori.

Biden avanti in Georgia e Pennsylvania