Elezioni Usa, Vaticano: "Unità Paese sfida più urgente"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

"Una casa divisa contro se stessa non può reggersi in piedi: Abraham Lincoln pronunciò questa frase, ispirata dal Vangelo di Marco. Proprio l’unità, che 'è superiore al conflitto' per dirla con la 'Evangelii Gaudium', viene fortemente evocata in questo momento dopo le elezioni presidenziali americane più divisive e polarizzanti della storia recente del Paese". E' quanto scrive su Vatican News l'ex portavoce vaticano Alessandro Gisotti.

"Ora è il momento per i nostri leader di ritrovarsi in uno spirito di unità. come ha affermato il presidente dei vescovi Usa, l’arcivescovo di Los Angeles José Gomez, in un messaggio di congratulazioni al presidente eletto Joe Biden e alla vicepresidente eletta Kamala Harris - ricorda Gisotti - Del resto, in modo pressoché unanime, i media americani pongono il tema della riconciliazione nazionale come la sfida più urgente, assieme al Covid e alla conseguente crisi economica che, dal 20 gennaio prossimo, dovrà affrontare l’inquilino della Casa Bianca".

Significativamente, osserva ancora Gisotti su Vatican News, "il 30 giugno scorso, Papa Francesco si soffermava proprio sulla questione dell’unità in un messaggio alla Catholic Press Association, l’associazione dei media cattolici nordamericani. 'E pluribus unum', l’ideale dell’unità in mezzo alla diversità nel motto degli Stati Uniti, osservava il Pontefice, deve ispirare anche il servizio che offrite al bene comune. Questo bisogno è ancora più urgente oggi, in un’epoca caratterizzata da conflitti e polarizzazioni da cui non sembra essere immune neppure la comunità cattolica".