Elezioni: Valente (Pd), 'destra vuole donne a casa, noi libere di scegliere'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 26 ago. (Adnkronos) – “Il quoziente familiare ha una logica molto precisa: se in famiglia c’è un solo reddito e quindi se la donna sta a casa si pagano meno tasse. Il Pd invece ha introdotto l’assegno unico per i figli ed è già previsto che nel tempo cresca. In più nel nostro programma prevediamo sgravi fiscali per il secondo percettore di reddito. Per noi si pagano meno tasse non solo se si hanno più figli, ma anche anche se la donna lavora”. Lo dice la senatrice del Pd Valeria Valente.

“Sull’assegno unico per ciascun figlio Giorgia Meloni ci copia – prosegue Valente – mentre sul resto siamo lontani anni luce. La famiglia che vogliamo non è quella di Orban. E’ un luogo dove le donne scelgono. In Italia lavora meno di una donna su due, una su 3 al Sud. Portare l’occupazione femminile ai livelli europei, cioé al 60%, comporta un aumento di Pil del 7%. Le donne portano competenze e saperi nel lavoro e se hanno un’occupazione sono più libere, sia dalla violenza che di scegliere, anche di avere figli”.