Elicottero Aeronautica Militare soccorre escursionista a Marettimo

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 18 set. (askanews) - Nel primo pomeriggio, un elicottero HH139B dell'82esimo Centro Combat Search and Rescue (C.S.A.R.) dell'Aeronautica Militare è decollato dall'aeroporto militare di Trapani per effettuare un intervento di soccorso e recupero a favore di escursionista rimasto infortunato presso una zona impervia dell'isola di Marettimo (TP).

L'equipaggio dell'Aeronautica Militare, in servizio di prontezza SAR (Search and Rescue- ricerca e soccorso) nazionale, a seguito di richiesta di intervento del CNSAS alla Regione Sicilia, ha ricevuto l'ordine di decollo immediato dalla sala operativa del Rescue Coordination Center del Comando Operazioni Aerospaziali dell'Aeronautica Militare di stanza a Poggio Renatico (FE).

L'equipaggio è decollato intorno alle ore 14:10 ed ha raggiunto in pochi minuti il campo di Castellammare del Golfo dove ha imbarcato il team composto da due operatori del CNSAS.

Alle ore 14.45, l'elicottero militare ha raggiunto il sentiero a strapiombo sul mare, ove ha effettuato l'intervento di soccorso, recuperando l'uomo traumatizzato (probabile frattura alla gamba sinistra). L' operazione di recupero è stata possibile grazie all'uso del verricello ed alla stretta cooperazione fra il personale aerosoccorritore dell'Aeronautica Militare e il team del CNSAS.

Alle 15.20 le operazioni di soccorso sono terminate con l'atterraggio dell'elicottero nell'apposita piazzola dell'Ospedale Sant'Antonio Abate di Trapani, dove il traumatizzato è stato immediatamente affidato alle cure mediche.

Successivamente, intorno alle ore 16.00, l'elicottero militare è rientrato alla base aerea di Trapani, sede del 82esimo Centro CSAR, dove ha ripreso la prontezza SAR Nazionale.

L'82esimo Centro Combat Search and Rescue è uno dei Reparti del 15esimo Stormo dell'Aeronautica Militare che garantisce, 24 ore su 24, 365 giorni l'anno, senza soluzione di continuità, la ricerca ed il soccorso degli equipaggi di volo in difficoltà, concorrendo, inoltre, ad attività di pubblica utilità quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d'urgenza di pazienti in imminente pericolo di vita ed il soccorso di traumatizzati gravi, operando anche in condizioni meteorologiche estreme.

Dalla sua costituzione ad oggi, gli equipaggi del 15esimo Stormo hanno salvato più di 7500 persone in pericolo di vita. Dal 2018 il Reparto ha acquisito la capacità AIB (Antincendio Boschivo) contribuendo alla prevenzione e la lotta agli incendi in Sicilia.