Elio, il figlio 12enne Dante sul palco: "Sono autistico e ne vado fiero"

Dante Belisari, figlio di Elio (Facebook)
Dante Belisari, figlio di Elio (Facebook)

"Sono autistico, e ne vado fiero". Una serata di festa, che regala un momento di profondissima riflessione. Merito di Dante Belisari, che ha solo 12 anni ed è il figlio di Elio. E che dal palco del "Concertozzo" di Elio e le Storie Tese a Bergamo ha deciso di riportare al centro dell'attenzione un tema troppo spesso dimenticato.

VIDEO - Elio scende in campo per il figlio autistico: "I genitori lasciati soli"

L'occasione era appunto il "Concertozzo", evento che ha visto protagonisti sul palco Elio e le Storie Tese e tra gli organizzatori anche il Trio Medusa e Radio Deejay. Ma che l'evento dell'Arena Fiera di Bergamo avesse anche finalità benefiche lo conferma la partecipazione del Cesvi, onlus fondata proprio a Bergamo e che da oltre 35 anni combatte le emergenze umanitarie nel mondo e si batte per la protezione dell'infanzia.

LEGGI ANCHE: Elio, testimonianza sulla disabilità durante il coronavirus

Ebbene, il messaggio che il figlio di Elio ha deciso di lanciare è stato semplice quanto potentissimo. E, soprattutto, la sua naturalezza ha conquistato la platea. "Ciao Bergamo, ciao Radio Deejay! Fatevi sentire! Grandi! Scusate, lasciate che mi presenti, il mio nome è Dante. Vabbè, il cognome è Belisari, a nessuno interessa. E sì, sono autistico, e ne vado fiero. Vi chiedo una cosa in particolare. Per prima cosa, godetevi pure lo spettacolo. Vi lascio in pace. Ma per seconda cosa, per favore, rispettate tutte le persone autistiche. Grazie", ha dichiarato il giovane. E l'abbraccio del pubblico di Bergamo nei suoi confronti è stato immenso.

Che quella di Dante Belisari, figlio di Elio (che in realtà si chiama Stefano Belisari), non sia stata un'iniziativa improvvisata è stato subito chiaro durante il "Concertozzo". Sul palco, infatti, c'era anche Nico Acampora. Quest'ultimo è un ristoratore che ha aperto e gestisce PizzAut. Ossia una pizzeria che al contempo è un'associazione onlus. Nel locale di Cassina De' Pecchi (a pochi km a est di Milano) lavorano infatti ragazzi con autismo affiancati da professionisti della ristorazione e della riabilitazione.

GUARDA ANCHE - Eliovision, Elio e le Storie Tese fanno irruzione all'Eurovision

Un progetto lodevole quanto edificante, che a sua volta contribuisce a riportare l'attenzione sull'autismo, un disturbo del neurosviluppo di cui la maggioranza della popolazione poco parla e ancora meno sa. Lo stesso Elio ha parlato così di Dante, che è nato nel 2009, in un'intervista per il 'Corriere della Sera'. "Ci sono poche figure specializzate che intervengono al più presto sui bambini autistici. Ora lui ha 12 anni, ma ancora dobbiamo guidare da casa gli insegnanti di sostegno. E in generale si stanno lasciando indietro donne e uomini che ancora vengono visti non come una risorsa ma come un costo".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli