Elisabetta, Bosetti Tonatto: "Da ieri suo profumo non esiste più, ho cancellato formula"

(Adnkronos) - "La rosa, il gelsomino, la lavanda e i fiori d’arancio erano i profumi che la Regina Elisabetta amava tantissimo e creare una fragranza su misura per questa donna straordinaria, dalla grande voglia di vivere, divertente, ma anche dal grande rigore, capace di mettere a proprio agio ciascuna persona che incontrava, è stato uno dei momenti più emozionanti e particolari della mia carriera professionale". Così all’Adnkronos, Laura Bosetti Tosatto, ‘naso’ professionista conosciuta in tutto il mondo che dal 1986 crea grandi fragranze, racconta la sua esperienza con Buckingham Palace quando le fu chiesto di realizzare un profumo su misura per Elisabetta, fragranza che da ieri non esiste più perché la stessa creatrice l’ha cancellata ieri, appresa la notizia della scomparsa.

"La Regina - racconta - aveva saputo che avevo fatto il profumo de ‘Il suonatore di liuto’ del Caravaggio esposto all’Ermitage di San Pietroburgo ed era rimasta molto colpita perché l’abbinamento arte profumi era una cosa che non aveva mai visto, così sono stata chiamata a Buckingham Palace per raccontare il mio metodo di lavoro. Ho spiegato che il mio è sempre un lavoro filologico, da quello che vedo all’interno di un quadro estraggo gli elementi olfattivi con i quali creo la fragranza. Mi hanno chiesto di realizzare un profumo su misura attraverso un ritratto olfattivo di Elisabetta e mi hanno delle indicazioni molto semplici, dovevo rispettare il fatto che ricordasse la gioia di vivere e avesse uno stile britannico, senza alcun tratto opulento."

"Il lavoro è durato più di 2 anni, ho presentato dodici fragranze, tre per stagione, lei ne ha scelta una per stagione e da questa è nata la sua profumazione, che racchiude i suoi fiori preferiti fissati con ambra che da sempre racconta le donne di potere. La formula è segreta, ovviamente la conosco a memoria ma da ieri non esiste più , l’ho cancellata da dove l’avevo registrata perché era il suo profumo personale, nessuno poteva sentirlo, e questo credo andasse assolutamente rispettato", conclude Laura Bosetti Tonatto ricordando l’incontro con la sovrana in occasione di Garden party a Buckingham Palace nella tenda diplomatica. "Poco prima del party l’ho incontrata personalmente insieme al principe Filippo, fuori diluviava e quando mi ha vista mi chiesto come facevo ad essere asciutta. Io ho detto che dovendo incontrare una persona importante ero arrivata in anticipo. Questa questa cosa l’ha fatta sorridere e quel sorriso è ciò che mi rimarrà di quell’incontro con una persona unica e straordinaria".