Elisabetta, da Elton John a JK Rowling: gli omaggi alla Regina

(Adnkronos) - Non solo Helen Mirren, che con l'interpretazione di Elisabetta II in 'The Queen' aveva vinto l'Oscar per la migliore attrice nel 2007 e che ieri sui social si è dichiarata "elisabettiana" convinta ("Piangiamo una donna che, con o senza la corona, era l'epitome della nobiltà", ha aggiunto), ma tanti altri giganti della cultura britannica hanno resto omaggio alla regina scomparsa.

Elton John ha scritto che era "una presenza stimolante". Paul McCartney ha scritto semplicemente: "Dio benedica la regina Elisabetta II. Possa riposare in pace. Lunga vita al re". Il compositore Andrew Lloyd Webber, che era stato trai protagonisti del concerto per il Platinum Jubilee a giugno, ha scritto che la regina è stata "l'ancora costante non solo della Gran Bretagna e del suo amato Commonwealth, ma anche un'ispirazione per il mondo con la sua vita al servizio". La cantante Shirley Bassey ha notato come la monarca fosse "rimasta ferma, dignitosa, ispiratrice", aggiungendo: "Il suo coraggio era potente, il suo esempio iconico". Il frontman dei Rolling Stones, Mick Jagger, ha ricordato Elisabetta come "la nonna più amata della nazione".

Oltre a rilasciare una dichiarazione, Elton John ha reso omaggio alla regina durante il concerto tenuto a Toronto ieri sera. Dal palco del Rogers Centre, ha detto alla folla: "Oggi abbiamo avuto la notizia più triste, sulla morte di Sua Maestà la Regina Elisabetta. È stata fantastica. E ha guidato il paese attraverso alcuni dei nostri momenti più grandi e bui con grazia, decenza e un calore sincero e premuroso". Il pubblico di 50.000 persone ha applaudito quando un'immagine della regina è stata mostrata sul grande schermo della sede. "Ho 75 anni, è stata con me per tutta la vita e sono molto triste che non ci sarà più", ha sottolineato. "Ma sono contento che sia in pace, sono contento che sia a riposo, e se lo è meritato, ha lavorato duramente. Mando il mio amore alla sua famiglia, ai suoi cari e ci mancherà, ma il suo spirito sopravvive, e celebriamo la sua vita stasera con la musica", ha detto Sir Elton che ha concluso il suo omaggio con una toccante interpretazione di 'Don't Let The Sun Go Down On Me'.

L'attore Stephen Fry ha riassunto le reazioni di molti dopo aver appreso la notizia, pubblicando un post in cui ha ammesso: "Non so perché sto singhiozzando. Davvero stupido. Oh cielo". L'autrice di Harry Potter, JK Rowling, ha tentato di spiegare: "Alcuni potrebbero trovare bizzarro o strano lo sfogo dello shock e del dolore britannici in questo momento, ma milioni di persone hanno provato affetto e rispetto per la donna che senza lamentarsi ha ricoperto il suo ruolo costituzionale per 70 anni. La maggior parte dei britannici non ha mai conosciuto un altro monarca: è stata un filo che si è snodato attraverso tutte le nostre vite".

Oltre a incontrare praticamente tutte le principali figure dello spettacolo della Gran Bretagna nel corso degli anni, la regina ha incontrato anche alcuni dei più iconici personaggi di fantasia dello star system. È famosa per aver preso parte a un cortometraggio con James Bond per la cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici di Londra 2012, prima che subentrassero le controfigure, con la coppia che sembrava saltare da un elicottero e lanciarsi con il paracadute nello stadio.

E in una dichiarazione, l'ultimo interprete di Bond, che era con lei in quel corto, Daniel Craig, ha dichiarato: "Io, come tanti, sono stato profondamente rattristato dalla notizia di oggi e i miei pensieri sono con la famiglia reale, coloro che ha amato e tutti coloro che l'hanno amata. Lascia un'eredità incomparabile e ci mancherà profondamente".

Un decennio dopo le Olimpiadi, la regina ha preso parte a un altro sketch comico per il suo Platinum Jubilee, questa volta al fianco dell'orsetto Paddington. Sul profilo social dell'orsetto più famoso, sono comparse dopo la notizia della morte della regina poche sentite parole: "Grazie signora, per tutto".