Elisabetta Trenta: Procura apre fascicolo sulla casa

elisabetta trenta casa

Il procuratore militare Antonio Sabino ha confermato che la Procura militare della Repubblica di Roma ha aperto un fascicolo d’indagine per accertare eventuali profili di sua competenza in relazione alla vicenda della casa dell’ex ministra della Difesa Elisabetta Trenta.

Sabino ha sottolineato come si tratti di un “atto dovuto” dopo le notizie di stampa. Al momento, infatti, non ci sono né indagati né ipotesi di reato. “Faremo tutti gli accertamenti del caso” ha spiegato Sabino “per sgomberare ogni dubbio, anche da un punto di vista amministrativo”. L’indagine ha puro carattere conoscitivo.

Elisabetta Trenta: aperto fascicolo sulla casa

Il caso è scoppiato ieri, domenica 17 Novembre 2019. Il Corriere della Sera ha pubblicato la notizia in cui rivela come l’ex ministra viva ancora nell’alloggio “di servizio” che le era stato assegnato quando era al governo. Questo fatto ha destato parecchie polemiche. Anche il suo partito, il Movimento Cinque Stelle, le ha chiesto di lasciare l’appartamento. Ma Elisabetta Trenta ha spiegato che la casa è stata riassegnata al marito, militare, avendone pieno diritto, in osservanza di ogni regola.

La vicenda è stata commentata anche da Maurizio Gasparri, il quale ha definito i pentastellati “moralisti ‘un tanto al chilo’ bugiardi ed ipocriti”. Fratelli d’Italia ha commentato, sarcasticamente: “I privilegi sono ‘di casa’ per i grillini”. Anche il Partito Democratico si è mostrato parecchio irritato. Il capogruppo dem al Senato, Andrea Marcucci ha chiesto all’ex ministra di chiarire “velocemente” la situazione annunciando una interrogazione urgente.