Elliot Page: la prima foto in costume dopo l'intervento al seno

·1 minuto per la lettura
Elliot Page
Elliot Page

Elliot Page ha condiviso con i fan la sua prima foto in costume da bagno dopo l’intervento al seno subito in seguito al suo percorso di transizione.

Elliot Page: l’intervento al seno

Finalmente felice nel suo nuovo corpo, Elliot Page ha postato sui social il suo primo scatto in costume da bagno e si è mostrato in seguito alla mastectomia a cui si è sottoposto nell’ambito del suo percorso di transizione. “L’intervento ha completamente trasformato la mia vita dopo l’inferno totale della pubertà”, ha recentemente raccontato l’attore, che sembra aver finalmente conquistato la serenità. “Il mio primo costume da bagno trans”, ha scritto nel suo post, mostrandosi sorridente a bordo piscina.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Elliot Page: il percorso di transizione

Lo scorso dicembre, dopo un periodo di lontananza dalle scene e dai riflettori (dovuto anche all’emergenza Coronavirus), Ellior Page aveva confessato di essere transgender e aveva chiesto di essere chiamato con pronomi maschili o neutri. Sua moglie Emma Portner – da cui oggi si è separato – gli aveva mostrato tutto il suo affetto e il suo sostegno, e da quel momento l’attore si era mostrato in panni maschili annunciando di voler ricorrere alla chirurgia plastica per poter finalmente completare il suo percorso di transizione.

Elliot Page: gli interventi

Nonostante abbia raggiunto la popolarità mondiale in panni femminili, Elliot Page ha dichiarato di non esser mai stato a proprio agio con il suo corpo. Fin da bambino l’attore avrebbe saputo di essere maschio e addirittura avrebbe iniziato a firmarsi come “Jason” durante le scuole elementari. Oggi, grazie alla chirurgia, sembra essere riuscito a realizzare il suo sogno. “Finalmente esisto per quello che sono. Per la prima volta nella mia vita sono in grado di essere me stesso e di essere produttivo, creativo. Sto semplificando troppo, ma sto davvero bene. Sento una grande differenza nel poter finalmente esistere giorno per giorno, minuto per minuto”, ha confessato.