Elon Musk ha chiesto ai suoi follower se vendere il 10% delle sue azioni

·1 minuto per la lettura

AGI - Un altro tweet bizzarro o una vera domanda? Elon Musk ha sondato i suoi oltre 62 milioni di follower su Twitter per sapere se deve vendere il 10 per cento delle sue azioni Tesla. La domanda del magnate sudafricano con cittadinanza canadese arriva a seguito di una proposta dei democratici al Congresso Usa di tassare più pesantemente i super ricchi, prendendo di mira il loro portafoglio azionario.

Much is made lately of unrealized gains being a means of tax avoidance, so I propose selling 10% of my Tesla stock.

Do you support this?

— Elon Musk (@elonmusk) November 6, 2021

"Molto è stato fatto ultimamente sui guadagni non realizzati che sono un mezzo di evasione fiscale, quindi propongo di vendere il 10% delle mie azioni Tesla", ha scritto Musk, chiedendo ai suoi seguaci se fossero d'accordo: "sì" o "no". "Mi atterrò ai risultati di questo sondaggio, in qualsiasi modo andrà", ha detto il multimiliardario.

Intorno alle 19:00 di ieri, quasi il 53% aveva votato a favore della vendita. Musk possedeva circa il 17% delle azioni in circolazione di Tesla al 30 giugno, attualmente del valore di 208,37 miliardi di dollari, secondo Bloomberg. L'imprenditore ha anche ricevuto un grande pacchetto di stock option e azioni convertibili come compensazione.

Tenendo conto delle sue partecipazioni in altre sue aziende come la società di neurotecnologia Neuralink e soprattutto SpaceX, Musk è in teoria l'uomo più ricco del mondo, con una fortuna stimata di circa 338 miliardi di dollari, sempre secondo le stime dell'agenzia Bloomberg. "Nota, non prendo uno stipendio in contianti o un bonus da nessuna parte", ha twittato Musk. "Ho solo azioni, quindi l'unico modo per me di pagare le tasse personalmente è quello di vendere azioni"

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli