Ema deciderà su approvazione terza dose Pfizer il 4 ottobre - documento

·1 minuto per la lettura
Logo Pfizer davanti alla sede dell'azienda a Manhattan

di Francesco Guarascio e Emilio Parodi

BRUXELLES (Reuters) - L'Agenzia europea del farmaco (Ema) deciderà lunedì se approvare il vaccino di richiamo contro il Covid-19 di Pfizer, anche se è improbabile che fornirà una guidance precisa su chi dovrebbe riceverlo.

È quanto emerge da un documento interno e dalle dichiarazioni di due funzionari.

Se l'Ema approverà il vaccino, il blocco di 27 nazioni si unirà a Stati Uniti, Gran Bretagna e Israele, che hanno già ricevuto il via libera per l'uso delle dosi di richiamo, anche se non c'è un consenso unanime tra gli scienziati sulla loro necessità.

"Il 4 ottobre l'Ema si esprimerà sulla necessità dei richiami Pfizer per la popolazione generale", ha detto ieri Emer Cooke, direttrice dell'Ema, parlando ai parlamentari europei durante un meeting interno, in base ai verbali della discussione consultati da Reuters.

L'Agenzia non ha risposto immediatamente alla richiesta per un commento.

L'Ema ha affermato pubblicamente che deciderà sull'uso del vaccino di richiamo di Pfizer a ottobre, senza però fornire una data precisa.

Più di una dozzina di stati membri Ue hanno iniziato a somministrare vaccini di richiamo senza l'approvazione ufficiale dell'Ema.

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, enrico.sciacovelli@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli