Ema lavora a vaccini aggiornati contro covid a settembre

FILE PHOTO: Exterior of EMA, European Medicines Agency is seen in Amsterdam

LONDRA (Reuters) - L'Agenzia europea del farmaco (Ema) è aperta a utilizzare i vaccini anticovid di nuova generazione, alla luce di un aumento dei casi dovuto alla circolazione di sottovarianti di Omicron.

Mentre i vaccini contro il coronavirus esistenti continuano a fornire una buona protezione contro il ricovero e la morte, la loro efficacia ha subito un duro colpo con l'evoluzione del virus. Ema prevede che i nuovi booster del vaccino anticovid saranno approvati entro settembre.

I vaccini messi a punto in maniera specifica per i nuovi ceppi BA.4 e BA.5 di Omicron, che attualmente stanno determinando un'impennata di nuove infezioni a livello globale, sono entrati solo di recente nello sviluppo clinico, quindi è da vedere anche la rapidità con la quale potrebbero essere disponibili, ha affermato Marco Cavaleri, responsabile della strategia vaccini dell'Ema.

"Ecco perché per il momento pensiamo ancora che sia positivo mantenere aperte tutte le opzioni e non escludere nessuno di questi candidati da qualsiasi potenziale approvazione".

In contrasto con la posizione dell'Ema, la Food and Drug Administration (Fda) statunitense ha dichiarato di voler includere specificamente i nuovi ceppi BA.4 e BA.5 di Omicron in qualsiasi nuova iniezione utilizzata a livello nazionale.

"Il problema è che nessuno può prevedere cosa circolerà i autunno e se il BA.5 non circolerà più, cosa faremo?", ha aggiunto Cavaleri.

"Dovremmo essere estremamente cauti nel ... pensare di poter essere pronti con una composizione del vaccino che corrisponda esattamente a quello che sarà in circolazione in futuro. Questo è semplicemente impossibile".

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Francesca Piscioneri)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli