Emergenza coronavirus, arrivano i primi provvedimenti di WhatsApp

whatsapp limite stato

In seguito all’emergenza coronavirus è aumentato l’utilizzo di applicazioni come Whatsapp in modo tale da condividere foto e video con i propri amici e parenti. Un aumento di utilizzo che potrebbe finire per intasare la rete e proprio per questo motivo Whatsapp ha deciso di limitare, al momento solo in India, la durata dei video condivisi tramite lo stato della nota app di messaggistica.

I primi provvedimenti di Whatsapp

Nel 2017 l’applicazione ha introdotto la funzione riguardante stato, che permette agli utenti di pubblicare foto, video e GIF che scompaiono dopo 24 ore. Al momento del lancio WhatsApp aveva concesso un limite massimo di 90 secondi per i filmati, arrivando fino ad un massimo di tre minuti di video nel caso in cui il documento questione avesse un peso pari o inferiore a 16 MB. In seguito il limite è stato ridotto a 30 secondi e a breve si potrebbe assistere ad un’ulteriore riduzione.

In base a quanto si apprende da Fonearena, infatti, WhatsApp ha ridotto il limite da 30 a 15 secondi in India. Si tratta di una misura temporanea volta a ridurre il traffico del server, dato che sempre più persone stanno utilizzando l’applicazione per condividere i video con amici e parenti. Vista la quarantena a causa dell’emergenza coronavirus, infatti, si rileva un uso sempre maggiore e non si esclude la possibilità che Whatsapp decida di adottare tale temporanea limitazione anche in Italia.

Al momento, ribadiamo, non vi è ancora alcuna certezza in merito e tale restrizione riguarda solo l’India. Se il trend dovesse essere quello delle ultime settimane, però, è altamente probabile che si passerà dai limiti dei video per lo stato WhatsApp fino a quelli dei semplici download nelle chat classiche, anche in Italia.